Eclissi di Sole - Astrocalina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Eclissi di Sole

Attività > Osservazioni > 2015
L’eclissi al Calina
di Fausto Delucchi e Francesco Fumagalli



Foto dell'eclisse scattate da P.Calderari nelle Svalbard



20 marzo 2015: ecco giunto il giorno dell'eclissi di Sole. Sebbene fosse parziale, il fenomeno è stato così mediatizzato in tutta Europa, che perfino i sassi ne erano a conoscenza! Noi di AstroCalina, fiduciosi nella meteo, anche se le previsioni erano alquanto negative, alle 8:20 eravamo già indaffarati a preparare e a stazionare i nostri strumenti. 

Oltre ai tre telescopi dell'osservatorio, altri sette sono stati montati dai nostri astrofili nel prato adiacente. Una bella scelta di cannocchiali e telescopi con aperture dagli 8/15 centimetri dei rifrattori ai 20/30 centimetri dei riflettori. Abbiamo messo una bancarella con occhialini protettivi in vendita da una parte e un tavolo con tante buone cose allestito da un ristorante del paese dall'altra. Malgrado il Sole facesse fatica a mostrarsi, sono arrivati i primi "curiosi" e molte famiglie con bambini. Nell'attesa abbiamo spiegato il cosa, come e perché di un’eclissi e come ci si deve proteggere. Alle 9:25 il Sole è apparso attraverso la coltre nuvolosa e così si è potuto assistere all'entrata e all’avanzare della Luna sul disco solare per circa tre quarti d’ora. Stupiti ci siamo accorti che, diaframmando opportunamente i nostri strumenti, era possibile osservare l'eclissi anche senza filtri. Per esempio il Dobson da 30 è stato diaframmato a 4 centimetri. Poi la coltre di nubi è tornata a compattarsi, togliendoci definitivamente lo spettacolo. Tra la folla, c’erano anche i giornalisti della radio e della televisione che riprendevano e intervistavano i presenti catturando le differenti emozioni.

Vogliamo ringraziare tutti quanti si sono prodigati per far sì che il tutto andasse per il verso giusto: Anna, Stefano, Benedetto, Davide, Giorgio e in generale tutto il gruppo di appassionati che gravita intorno al nostro amato osservatorio. Peccato non aver avuto il bel tempo. Comunque per chi ha organizzato le osservazioni, l'aver visto tra le 250 e le 300 persone giungere al Calina per seguire l'evento, nonostante le condizioni metereologiche avverse, è stata una grande soddisfazione. Significa aver lavorato bene nella preparazione dell'evento e nella sua diffusione. 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu